Sbuffi dal Nord

Riprendiamo da anni fa, quando abbiamo lasciato sulle pagine del Giardinetto una breve recensione della falesia trad Yosesigo in val Antigorio (ful metal giachet). Una falesia unica nel suo genere ma nella quale non siamo più tornati a causa della pochezza della nostra tecnica e della tantezza dell’arduer necessario (unite ad un avvicinamento non comodo e la necessità di ripetuti assalti prima di ottenere un risultato degno). Insomma un poco scoraggiante rispetto le ultime (imbullonate) novità che sono state scovate lì attorno.

E Cadarese, ovviamente. La solita Cadarese.

Quella dove non ci schiodiamo dal settore Bimbiminkia, eccetto forse quei tre o quattro tiri tra primo e secondo settore dai quali siamo quasi certi di scendere con un livello di stress mentale ancora decoroso. Comunque bellissimi. 

Per ricordare al Mazzo di essere ancora un po’ yankee, novello cervello di ritorno dagli Steits, lasciamo qui un paio di nuove possibilità dove farsi venire il fiatone, tra la bassa val d’Ossola e lo stranoto triangolo delle fessure Croveo-Osso-Esigo.

La prima nuova falesia di fresca inaugurazione (Pasqua 2022) è a Bettola: il sogno del claimber mediocre: 2 minuti di avvicinamento (in piano), un fresco bosco ricco di volatili canterini e gestualità motoria del tutto simile alla resina (quindi assai divertente per la grande maggioranza dei nuovi adepti). Le fessure dove sbuffare a lungo non mancano, anche oltre la verticale, la lunghezza dei tiri è accettabilmente tra i 10m e i 25m e le difficoltà non vanno oltre il 6c. Una mecca.

Una decina di tiri in tutto, secondo noi più che sufficienti per un ripiego di mezza giornata quando più su piove o fa freddo, oppure quando la pigrizia secerne quel non so che di voglia di vincere facile…

Si parcheggia a metà del rettilineo che da Bettola porta alla frazione Nibbio et vualà, traversando la strada e seguendo il sentiero nel bosco si giunge alla comoda base.

AGGIORNAMENTO (4.5.2022)

Non si fa in tempo a essere pettegoli che subito giungono, inattese, le sgradevoli novità: parrebbe (ma per il momento non abbiamo avuto modo di verificare di persona) che la falesia sia su terreno privato. Va da sè che la già numerosa frequentazione non è stata apprezzata dal proprietario del fondo, che a sua volta ha chiesto al chiodatore lo smantellamento del parco giochi.

Ai claimbers alla ricerca di gradi soffici non resta che attendere eventuali sviluppi più favorevoli, oppure proseguire lungo la strada fino alla Panoramica.

 

Il secondo recente lavoro del solito noto è l’estensione della classica falesia di Osso, questa volta riletta in chiave “trad” o se preferite: una falesia dove portare gli amici.

Non saranno perfette e prestigiose come le fessure di Yosesigo e Cadarese, oggettivamente nemmeno paragonabili alla via del pisello o moby dick a Balma 1, però secondo noi fanno bella figura tra i posti dove sbuffare profondamente facendo pratica con gli incastri.

Assolutamente da provare (magari trascurando gli spit) la classica “Prima via” al settore alto, un sics-bi-plas dalla linea esteticissima.

Il parcheggio e il sentiero sono gli stessi per raggiungere la falesia di Osso classica, si troveranno i primi ometti con traccia verso destra al primo settore basso dopo circa 20 minuti, da qui è poi possibile salire ai livelli superiori; consigliamo comunque di proseguire fino al successivo bivio con ometto per raggiungere i settori più alti in maniera più agevole (Ossolandia).
I nomi dei settori che indichiamo qui sotto partono da quello più a sinistra in alto, poi scendendo da sinistra verso destra, con indicato tempo di avvicinamento dal parcheggio a bordo strada in zona “treno dei bimbi”.
La sequenza e i nomi dei tiri vanno da sx a dx di ciascun settore (ne mancano alcuni che non abbiamo trovato). Nomi scritti alla base, dunque una volta arrivati ad un settore è più facile orientarsi rispetto i rimanenti. 
 
Settore “4 venti” (40 min) 
. Menadito 6b+
. Gianfri l’eremita 5c
. Vela ai 4 venti 7a
 
Settore “alla scala” (45 min, proseguendo in salita su sentiero dopo “4 venti”) 
. Codice binario 6b+
. Luna nel bosco 6b
 
Settore “Ossolandia bis” (35 min) 
. Gancio al cielo 6c
. Camici bianchi 6b+
. Swiss machine 6c
. Vombato di lato + Gita digitale L1 6a+, L2 6b+
Settore “Ossolandia” (35 min)
. Colpo di schiena 6c
. Krumira 6c+
. Slalom 6c
. Brilla Venere 6b
. Ficcanaso 6b
. Rock sapiens 6b+
. Dino damme 2 crodino L1 6b
. Lo zitellone 6a
. Via dell’Angelino + via dell’Angelone L1 5b, L2 6c
Settori “Ossopra” (proseguendo a dx di “Osso alto”) e “Super attico” (accesso dall’alto proseguendo a dx del settore “alla scala”, 60 min) 
 
Settore “Osso alto” (spit)
. Zorro 6b+
. Panorama su Osso
. Demodek 7a
. Prima via 6b+
. Lapoterapia
. Epo 6b+
 
Settore “Osso basso sinistro e destro” (25 min, 30 min)
. Calamijeans 7a+ (sett. sinistro) 
. Scacciapensieri 6b+
. Super camino 6a+
. Super diedro 6a
. Sognando la California 7a
 
Settore “Oltre la California” (35 min) 
. Brother & sister 7a

2 thoughts on “Sbuffi dal Nord

    • A malinquore provvedo
      Se almeno avessero lasciato montate le soste rimane comunque un bel posto dove portare gli amici. Di nascosto, ovviamente.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.