I Misteri della Fisica

"Seppellirsi nel tetto" per uscire

“Seppellirsi nel tetto” per uscire

Per primo fu Gian Piero Motti a battezzare le strutture del vallone di Sea con nomi fantastici e tratti dalla mitologia del vecchio Egitto; lo aiutò in questo un libro di Norman Mailer (“Antiche Sere”) dove al tempo dei faraoni un uomo è sospeso tra il mondo dei vivi e quello dei morti, e in questo stato di “presenza” intermedia compirà un viaggio che lo porterà a vivere quattro vite, attraverso avventure, guerre e amori.

RELAZIONE (Gulliver)

Pronti via, il BD #4 lo useremo solo nella grossa scaglia di partenza

Pronti via, il BD #4 lo useremo solo nella grossa scaglia di partenza

L2, primo passo incastro di mano, poi misura di dita

L2, primo passo incastro di mano, poi misura di dita

 

Sosta nel sarcofago

Sosta nel sarcofago

IMG_0026

 

Non è la prima volta che sono ad arrampicare a Sea, non sono nemmeno sicuro di voler dire che amo particolarmente questo tipo di roccia così poco rassicurante allo sguardo ed esteticamente ricca di ciuffi d’erba. Eppure ci torno sempre, ogni volta volentieri portando con me l’impressione di aver trascorso un’esperienza non ben definita (nè carne, nè pesce? oppure entrambi in unico piatto? mah….poteri della suggestione…).

 

L3, doppia serie di friends e goduria dietro l'angolo

L3, doppia serie di friends e goduria dietro l’angolo

 

L3, splendida lunghezza clean di 40m

ancora L3, splendida lunghezza clean di 40m

 

L6, ultima sezione goduriosa

L6, ultima sezione, goduriosa

 

Riporto quindi alcune frasi raccolte curiosando un pò nel web, giusto per comprendere cosa pensa il popolo verticale di questo luogo che certamente ancora mantiene una sua identità.

– “Contento che per salire seta di venere o titanic non ci sia da fare la stessa coda che su kundalini”

– “Quell’atmosfera di posto fuori dal mondo, un pò negletto e selvatico”

– “Terreno d’avventura, di gioco e di sperimentazione”

– “Sea è fuori mano, scomoda e ombrosa. E’ un posto per affezionati.”

– “In un certo senso è ancora terra di nessuno […] Questo vuol dire che è un posto dove possono convivere culture diverse”

– “La versione dark della Valle dell’Orco … cupo e ombroso, avvolto in un alone di mistero. Sulle sue pareti sono state tracciate numerose vie con nomi fantastici”

E come non citare poi i post sul blog del Sandrone nazionale con relativi strascichi?

GOGNA BLOG

 

IMG_0009

L2, bello (con sbuffata finale)

L2, bello (con sbuffata finale)

Anni fa un tizio che sembrava saperla lunga, incontrato all’attacco di “Sorgente primaverile”, ci disse con un pizzo di amarezza come fossero sempre e solo le solite vie quelle frequentate in Sea. Forse oggi qualcosa sta cambiando grazie a Matteo e compari locals.

Gruppo Rocciatori Val di Sea

Come altre volte: nessuno sulle pareti attorno...

Come altre volte: nessuno sulle pareti attorno…

AGGIORNAMENTO DEL 11 Settembre 2016:  wow! finalmente una nuova sana polemica etico-storica che ci mancava da un pò sui vari noiosissimi forum alpestri.  Ovviamente riguarda i lavori di risistemazione delle vie a Sea …

… A PROPOSITO DI RICHIODATURE

 

AGGIORNAMENTO DEL Settembre 2017:  lavoro fantastico di recupero del patrimonio arrampicatorio a Sea. Se volete contribuire con le donazioni al gruppo Rocciatori Val di Sea potrete tranquillamente inserirle tra le agevolazioni fiscali nelle prossime Dichiarazioni dei Redditi. Qui sotto altre foto prese dal restyling di “Riflesso di te stesso” una delle vie più belle e complete fatte finora qui a Sea.

Il diedro di L2

L3 e riposo prima dello strappo finale (strepitoso, per me il tiro più bello)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Partenza di L4

 

Fantastica fessura parallela di uscita L4

Hits: 11

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.